Attenzione, essere Nonni 2.0 anche per meglio invecchiare

La nostra Associazione è nata con un nome pretenzioso che vuole sottolineare il “nuovo modo” di essere nonni al quale tendiamo.

Nuovo modo di “fare” il nonno in famiglia, sottolineando più che il ruolo di babysitter di lusso, la funzione determinante per la formazione personale dei nostri nipoti come pilastro forte del ponte della trasmissione di esperienze, storie e valori tra la nostra e la loro generazione, a complemento della corretta funzione educativa dei loro genitori.

Nuovo modo di “fare” il nonno nella società dove la nostra, “figura” che partendo dall’etichetta di anziano visto come “peso” fino a pochi anni fa, sta assumendo via via nel corso degli anni recenti e ancor più assumerà una posizione sempre più rilevante come attore di welfare e di promotore di iniziative culturali volte a sostenere un ambiente sociale dove la persona dei nostri nipoti possa crescere e rafforzarsi in condizioni di vera libertà e autodeterminazione.

Per promuovere queste due linee di azione e farci conoscere su piazza, ci siamo avvalsi principalmente di web e social media oggi disponibili, costringendo di fatto la nostra base a prendervi confidenza, magari con fatica e necessità di un impegno non connaturale rispetto alla loro preparazione di base; ma così stiamo facendo loro del bene e ne allunghiamo la loro vita intellettuale.

Non lo diciamo noi, qui sotto trovate un articolo ben documentato che bene lo spiega. Buona lettura.

Articolo Lettera43