Per i vent’anni della FAFCE un grande evento a Roma

Facebook

L’udienza concessa lo scorso 1° giugno da Papa Francesco ai membri della Federazione delle Associazioni Cattoliche Europee di cui facciamo parte attiva, in occasione della celebrazione del suo ventesimo anniversario, ha concluso una tre giorni di intenso lavoro che ci ha permesso di avere una visione allargata sui problemi che la Famiglia sta vivendo nella Comunità.

Purtroppo in questo caso non possiamo sintetizzarne il panorama che abbiamo percepito con le parole consolatrici del proverbio. Non si può certo avvertire alcun “mezzo gaudio” udendo gli attacchi, le umiliazioni e le ingiustizie che l’istituto della famiglia nelle sue diverse articolazioni e declinazioni sta subendo, pur con varie accentuazioni,  in tutta Europa.

Ciò nonostante, udendo le relazioni di ciascuna delle venti Associazioni presenti, abbiamo avvertito in tutte una grande creatività, visto risultati di molte iniziative, colti buoni propositi, considerato la forte determinatezza a resistere con passione  alla forza di chi, senza un nome preciso, ma con una unità di intenti chiara, spinge per una letale fessurazione del corpo sociale mondiale; il loro anonimo, ma chiaro obbiettivo è arrivare al disfacimento della famiglia, disgregarla e trasformare le persone che la compongono in singoli individui senza relazioni, pieni di diritti utili solo a loro stessi, ma senza libertà civili e quindi molto più facilmente manipolabili.

In particolare, queste ultime osservazioni sono state molto ben espresse il secondo giorno di lavoro da relatori di alto livello professionale convenuti per l’occasione all’Ambasciata francese presso il Vaticano dove si sono colte articolate valutazioni sul valore della famiglia come soggetto primario per l’educazione e la tenuta sociale ed economica, nonché come attore di pace nel mondo da un lato, e d’altro lato udito quanto poco gli Stati si facciano carico della sua difesa e quanto invece il pensiero unico dominante spinga i legislatori a promuovere provvedimenti ad essa contrari nella sostanza e addirittura gli organi giudiziari a esprimere sentenze “creative” a suo danno.

Non appena riceveremo copia dei testi di dette relazioni, provvederemo ad inserirle fra i documenti del nostro sito, unitamente alla Dichiarazione emessa dalla Assemblea dei partecipanti. E’ una Dichiarazione rivolta a tutti gli europei, ma soprattutto ai membri del Parlamento e del Consiglio europei, affinché si attivino per la difesa e la crescita dell’istituto della FAMIGLIA vistine gli importanti e molteplici benefici che esso apporta alla società intera.

Gratificanti infine e di grande sprone le parole che Papa Francesco ci ha rivolto durante l’Udienza finale (clicca qui per leggere il Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede), e così pure quelle di S.E.Cardinal Ennio Antonelli, presidente emerito del Collegio Pontificio per la Famiglia, che ha presieduto la Santa Messa del 31 maggio, durante la quale la Federazione è stata consacrata alla Madonna nella Basilica di Santa Maria Maggiore.

La Chiesa non ci abbandona, ci protegge e ci sostiene, ma ci chiede molto. A noi la responsabilità di accogliere le grazie che il Signore ci offre e per tradurle in opere degne del Suo nome.

Allegato: 2017-05-31 20th Anniversary – Families’ are Europe’s Treasure and building block for the future

Cosa hanno detto i media: