Incontro: Generazioni e stirpi

Purtroppo la video registrazione dell’incontro tenuto al Rosetum lunedì scorso sul tema “Generazioni e stirpi” non è riuscita. Fidandoci dei “potenti mezzi” non abbiamo neanche effettuato quella verbale, per cui non siamo in grado di riferirvi nel dettaglio quanto brillantemente esposto dal Professor Tamanza che sull’argomento ci ha intrattenuto.

Bible ad 1653 genealogy of jesus monastery of mar behnamPossiamo solo girarvi gli spunti che ci hanno più interessato:

  1. Le nostre origini non sono perfette, il che spesso fa cadere, agli occhi dei figli, il “mito” dei padri. Funzione dei nonni è quella di spiegare ai nipoti le “imperfezioni” delle origini, facendole comprendere, stimare ed amare. In tal modo la storia continua positivamente e progredisce.
  2. Chi viene prima ha una differenza di responsabilità, comunque. Non a caso la scrittura dice di onorare il padre e la madre. Ciò significa anche che i nonni hanno una responsabilità particolare a cui non possono e non devono rinunciare fino alla fine della loro vita. Questa responsabilità, soprattutto educativa, non va in pensione.
  3. È indispensabile per la crescita della persona la chiara conoscenza della sua origine. I nonni, trasmettitori naturali delle “storie” famigliari, debbono impegnarsi in questa funzione senza reticenze e con la massima sincerità.