FAFCE lancia una campagna per donazioni a sostegno delle famiglie ucraine

10 marzo 2022 (Bruxelles) – Dopo l’appello della FAFCE per la pace in Ucraina della scorsa settimana, la nostra Federazione ha lanciato una campagna di raccolta fondi per sostenere due associazioni che lavorano sul campo per sostenere le famiglie in Ucraina e fuggire dalla guerra.

Il link per effettuare una donazione è: https://www.fafce.org/call-for-donations-to-support-ukrainian-families/

Giornata Internazionale della Donna: celebrare il contributo delle donne

8 marzo 2022 (Bruxelles) – In occasione della Giornata internazionale della donna, la FAFCE ha ricordato il ricco contributo delle donne, sia in famiglia che sul posto di lavoro, e nella vita economica, sociale, culturale e spirituale delle nostre comunità: https://www.fafce.org/happy-international-womens-day-celebrating-the-contribution-of-women/

Dichiarazione della European Sunday Alliance in occasione dell’annuale Giornata europea per una domenica senza lavoro

3 marzo 2022 (Bruxelles) – La European Sunday Alliance ha invitato i leader politici a porre come priorità dell’agenda della politica sociale dell’UE l’istituzione di un giorno di riposo settimanale comune europeo. FAFCE è un membro del comitato direttivo della Sunday Alliance, un’ampia rete di organizzazioni ed entità che lavorano per una domenica senza lavoro in Europa: https://www.fafce.org/statement-of-the-european-sunday-alliance-on-the-annual-european-day-for-a-work-free-sunday-on-march-3-2022/

Monitoraggio Legislativo

Parlamento europeo

Sessione plenaria (7 – 10 marzo 2022)

Risoluzioni adottate

Piano d’azione dell’UE sulla parità di genere III

Questa risoluzione include contenuti altamente preoccupanti, con non meno di 12 paragrafi (paragrafi da 33 a 44) a favore di “salute e diritti riproduttivi sessuali” e promozione dell’aborto legale. Con un chiaro approccio intersezionale, il documento serve a difendere la comunità “LGBTIQ” tanto quanto le donne.

La politica di coesione come strumento per ridurre le disparità sanitarie e rafforzare la cooperazione sanitaria transfrontaliera

La presente risoluzione affronta le disparità sanitarie tra gli Stati membri dell’UE e le regioni europee e offre varie soluzioni attraverso la politica di coesione dell’UE. Il documento fornisce elementi molto positivi per sostenere l’assistenza sanitaria in Europa, ma include anche nel paragrafo 15 un accenno all'”uso del programma EU4Health e del Fondo sociale europeo plus (FSE+) per rafforzare i sistemi sanitari, incluso SRHR”.

Semestre europeo per il coordinamento delle politiche economiche: occupazione e aspetti sociali nella strategia annuale di crescita sostenibile 2022

Questa risoluzione include un vocabolario positivo su famiglia e lavoro:

“considerando che molte famiglie di lavoratori stagionali e frontalieri sono state divise durante le misure di confinamento inizialmente non coordinate; che a seguito delle misure di confinamento i genitori, principalmente donne, hanno spesso dovuto bilanciare le proprie responsabilità nei confronti dei propri figli e di parenti o parenti anziani con disabilità; considerando che la mancanza di equilibrio tra lavoro e vita privata può spesso portare a stress e problemi di salute mentale;”

“considerando che la sfida di adattare le nostre economie e società deve essere gestita in modo da garantire una transizione equa e giusta; […] considerando che questo processo, se ben gestito, dovrebbe proteggere le persone, le famiglie e le microimprese socialmente vulnerabili; che la creazione di posti di lavoro di qualità, misure ambiziose per una transizione giusta, nonché programmi efficienti di aggiornamento e riqualificazione saranno essenziali per garantire una transizione agevole e inclusiva per i lavoratori;”

osserva che le famiglie, i bambini e i gruppi vulnerabili sono state le principali vittime della pandemia di COVID-19; sottolinea che l’eliminazione della povertà infantile e la garanzia del benessere e delle pari opportunità per i bambini devono essere tra le massime priorità per l’Europa; invita la Commissione ad adoperarsi per l’attuazione urgente della garanzia europea per l’infanzia e ad assicurare un bilancio dedicato di 20 miliardi di EUR e ad assolvere tale compito nel periodo 2021-2027 al fine di combattere la povertà per tutti i bambini e le loro famiglie, senza restrizioni .”

È tuttavia deludente vedere la normalizzazione dell’ideologia di genere in tutti i documenti dell’UE: “l’accesso dei bambini alle informazioni sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, dovrebbe essere parte integrante dei sistemi educativi”.

Consiglio d’Europa

Conferenza delle ONG

36a riunione del Comitato di Lanzarote

7 – 10 marzo 2022 (Online) – Il nostro Policy Manager, Bénédicte Colin, ha partecipato a una riunione di 4 giorni del Comitato di Lanzarote. Questo Comitato è responsabile del monitoraggio dell’effettiva attuazione della Convenzione del Consiglio d’Europa sulla protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali (Convenzione di Lanzarote). Incaricata come delegata della Conferenza sulle OING, ha seguito e riferito i recenti sviluppi del lavoro del Comitato.

Commissione “Le ONG come difensori dell’uguaglianza di genere”

9 marzo 2022 (Online) – Il nostro Policy Manager, Bénédicte Colin, ha partecipato alla riunione online del Comitato responsabile per l’uguaglianza di genere alla Conferenza delle OING del Consiglio d’Europa. Ha presentato il lavoro di FAFCE contro la discriminazione delle madri sul posto di lavoro e i tanti pregiudizi che devono affrontare nella loro vita quotidiana.