Concorso “io e i miei nonni”

Logo "io e i miei nonni"

Il Concorso “Io e i miei nonni” è arrivato alla fase finale. Lanciato il 2 ottobre scorso in occasione della festa dei nonni 2018, si concluderà il prossimo 4 giugno con la cerimonia di premiazione in Senato alla presenza del Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Un grande riconoscimento questo, per il grande impegno richiesto alla nostra Associazione in termini di risorse non solo di lavoro, ampiamente ripagato dalla consistente adesione che questa iniziativa ha riscosso.

Lavoro prezioso poi quello della Giuria composta da Davide Rondoni poeta, Marina Corradi giornalista, Luisa Ribolzi professore ordinario di sociologia dell’educazione, Gianni Torriani esperto di comunicazione e organizzazione, Mauro Grimoldi docente e dai nostri Innocenza Laguri docente e Maurizio Redaelli esperto di comunicazione, a tutti i quali va un sentito ringraziamento.

Ecco alcuni dati per poter meglio valutare lo sforzo fatto e il valore del risultato: hanno inviato componimenti 2.414 allievi appartenenti a  istituti scolastici di ogni ordine e grado, diffusi su tutto il territorio nazionale e così distribuiti:

TIPO SCUOLA NORD CENTRO SUD E ISOLE
Primarie 64,50% 14,60% 20,90%
Secondarie 1° gr. 45,80% 17,10% 37,10%
Secondarie 2° gr. 56,60% 37,20% 6,20%

Al di là dei numeri, veramente rincuorante è il tono prevalente dei componimenti pervenuti, che testimonia l’immenso affetto che i nipoti hanno per i nonni, cosa che minimamente traspare dai media; inoltre, nella maggioranza dei casi, i nonni sono descritti come figure di primo riferimento per i nipoti, in grado di superare, grazie alla loro attenzione, disponibilità e affetto, le difficoltà che spesso si presentano nel rapporto intergenerazionale diretto genitori/figli, specie nel periodo dell’adolescenza.

La numerosità e la qualità del materiale raccolto costituisce un campione molto rappresentativo del pensiero dei giovani sui nonni nel periodo più delicato della formazione della loro personalità; ci riserviamo di utilizzarlo per effettuarne una analisi approfondita da i cui risultati trarre idee più aderenti alla realtà su come articolare le nostre future iniziative.

Qui sotto trovate i nomi dei premiati e copia dei componimenti prescelti con la motivazione che ne ha decretato il successo. La cerimonia di premiazione in Senato verrà videoregistrata e successivamente anch’essa riportata sul sito.

I premiati

(cliccando sul nome si può leggere il componimento)

Scuola Primaria  
Primo classificato
Dario La Russa
Commovente lettera, segnata da una viva capacità di osservazione (il bianco vitale della farina sul vestito a lutto è un piccolo capolavoro)
e da una intensità affettiva netta e chiara.
Secondo classificato
Jacopo Pintaldi
Notevole talento nei ritrattini poetici della nonna e bisnonna, Jacopo mostra ottima capacità di trarre dai ricordi scene ed elementi significativi, dal sapore agrodolce, come quello del soldato austriaco arreso al nonno cuoco per fame.
Terzo classificato
Elena Dimartino
La limpidezza della lettera di Elena la rende rappresentativa, specie in quell’apice di nostalgia per una presenza sconosciuta della quale però si hanno continui segni.
Secondaria 1° grado  
Primo classificato
Sofia Nelem Singh
Un mondo intero, dall’India alla Polonia, con senso della diversità delle storie, tratteggiate con acume, entra in questo racconto-diario, sei nonni, due continenti e gli occhi e il cuore grande di una bambina.
Secondo classificato
Mariastella Giunta 
Con lucidità e assumendo una metafora (nonni come alberi) come centro della sua riflessione, Mariastella riesce a dire cose profonde e semplici, sentite e universali.
Terzo classificato
Federico Giuliana
In un testo di evocazione poetica, Federico sa cogliere e rappresentare con parole esatte un elemento importante: quella “muta richiesta di compagnia”, mostrando così occhio vigile e cuore vigilissimo.
Secondaria 2° grado  
Primo classificato
Angelica Ippolito
Di violenta dolcezza, di forza struggente è tessuto il racconto ricordo di Angelica per sua nonna. Non censura nulla né del dolore né della bellezza smagliante. Ferisce, e dà speranza in una umanità di sorrisi e cielo, di doni di bambole e montagne.
Secondo classificato
Caterina Nonne
Tanta sofferenza e tanta pazza gioia nel racconto promemoria di Caterina, una forza e una consapevolezza rare.
E soprattutto una gratitudine per questa figura di nonno che nei giri in bici e nelle occhiate ha dato tanto a una ragazzina che come tante ha sofferto ma sa riconoscere dove guardare per attingere forza e sorriso.
Terzo classificato
Francesca Eccel
Con la misura della poesia e del sentimento non esibito, tipico di certe terre di montagna, Francesca medita, come fan sempre i poeti, sul senso del tempo. E così gli occhi di aurora, di tramonto e anche la notte sono il luogo, gli emblemi del tempo in cui un segno, pur in forma di cicatrice, un caro segno, non svanisce. 

Interviste

Intervista su Radio Rai ad Angelica Ippolito ed alla prof.ssa Lucia Londero:

Le menzioni speciali

Asia D’Asero
Scuola Sec. di 1° grado Giosuè Carducci
San Cataldo (CL)

Per l’affettuosa arguzia della sua poesia

Piercarlo Giovanelli
Scuola Sec. di 1° grado Dante Alighieri
Cavezzo (MO)
Per un delicato umorismo
Martina Piana
Scuola Sec. di 1° grado I.C. Omegna-Cireggio,
plesso di Valstrona (VCO)
Per la fantasia poetica

Scuola Libera Chesterton

San Benedetto del Tronto (AP)
Per l’apprezzato contributo di una scuola parentale
Istituto Maria Consolatrice
Scuola Paritaria – Milano
Per la qualità e il numero dei lavori inviati
Scuola Secondaria di primo grado Bosco-Netti
Santeramo in Colle (BA)
Per la qualità e il numero dei lavori inviati
Loredana Rocchetti
Scuola Sec. di 1° grado I.C. Nettuno 1
Nettuno (Roma)
Per il particolare impegno nella preparazione dei suoi allievi
Sofia Salini
Agnese Stringhetti
Istituto Canossa – Lodi
Per la genialità della novella scritta a quattro mani
Classe IV
Elementare Parificata Aliotti
Arezzo
Per la capacità di utilizzare le nuove tecnologie in modo arguto e simpatico
Silvia Pirani
Sc. Primaria Leonardo da Vinci
Falconara Marittima (AN)
Per il particolare impegno nella preparazione dei suoi allievi